12/06/2008

La Notte delle Streghe - La lunga notte di San Giovanni

Comune di San Giovanni in Marignano (RN) – Signoria dei Malatesta Assessorato alla Cultura “La Notte delle Streghe” Dal 20 al 24 giugno 2008 E’ diventata ormai l’appuntamento che segna l’inizio della stagione estiva non solo per San Giovanni in Marignano ma anche per l’intera provincia di Rimini e il suo circondario: La Notte delle Streghe, la lunga notte di San Giovanni, che tornerà puntuale anche quest’anno dal 20 al 24 giugno. Una festa, curata dal Vice Sindaco di San Giovanni in M. e Assessore alla Cultura Claudia Montanari, che si presenta in una aveste totalmente rinnovata, andando alla ricerca proprio delle sue origini più antiche. La manifestazione infatti riproporrà in una formula che coniuga una scrupolosa attenzione agli aspetti storici e culturali con il divertimento e lo spettacolo, quelle credenze e usanze antiche sulla Notte di San Giovanni le cui origini si perdono lontano nei secoli, ma che in qualche modo vivono ancora oggi. Così come ancora oggi è vivida nell’immaginario collettivo la figura della strega, una strega che nella tradizione romagnola e più in generale mediterranea, è una donna affascinante, ammaliatrice e non terrifica, retaggio delle donne che spesso morivano sul rogo con l’unica colpa di essere o troppo belle o troppo indipendenti ed emancipate. In un’ambientazione ricca di effetti scenografici, nel centro storico dell’antico Granaio dei Malatesta, dal 20 al 24 giugno saranno riproposte le “magie” legate alla Notte di San Giovanni, che cade tra il 23 e il 24 e che da molti secoli ormai è detta la La Notte delle Streghe: una notte ricca di misteri e influenze sulle cose, gli animali e, soprattutto, sulle persone. In questa notte si assiste a un momento magico perché essa cade nei giorni solstiziali quando, secondo un’antica credenza, il sole si sposa con la luna e dal suo sposalizio si riversano energie benefiche sulla terra e specialmente sulle erbe bagnate dalla rugiada, che si trasformano in un farmaco potente “a guarire ogni guisa di malattie cutanee”. La leggenda della notte di San Giovanni narra che proprio in questo particolare momento astrale le streghe si radunassero per espletare i loro sortilegi. I più prudenti per proteggersi si infilavano sotto gli abiti qualche erba di San Giovanni, dall’iperico alla lavanda, da raccogliersi prima dell’alba, la verbena simbolo di pace e prosperità, il ribes i cui frutti rossi sono chiamati anche bacche di San Giovanni, o aglio e artemisia. Ogni sera della manifestazione, dopo il calar del sole, il borgo antico sarà avvolto in un’atmosfera ricca di suggestioni, che farà da cornice alla riproposta dei riti ancestrali e delle leggende legate alle notti del solstizio d’estate. Musica, racconti, figure che si materializzano nei vicoli e sui crocicchi delle strade, che faranno vivere leggende lontane o coinvolgeranno il pubblico in riti e divinazioni. In particolare le due tematiche principali esplorate da questa edizione della Notte delle streghe, i riti e leggende, e la figura della strega quale donna consapevole della sua femminilità, saranno rappresentati in due spettacoli: “Quando il sole baciò la luna” ideato, diretto e interpretato dalla Compagnia Fratelli di Taglia, e “Pane e Rose” presentato dal Teatro dei Cinquequattrini. Entrambi spettacoli d’ambiente, saranno proposti il primo in tutto il centro storico, mentre il secondo all’interno di Palazzo Corbucci. Quando il sole baciò la luna metterà in scena in momento e luoghi diversi le leggende e le tradizioni delle notti del solstizio, mentre Pane e Rose porterà il pubblico in un viaggio-riflessione nell’anima femminile, nella dea-strega che alberga nel profondo di ogni donna. Non mancheranno gli intrattenimenti per i più piccoli, legati alle magiche avventure del teatro di figura, e un mercato selezionato quanto ricco. La Notte delle Streghe quindi trasformerà San Giovanni in Marignano in un grande palcoscenico su cui per quattro sere sarà rappresentato il grande spettacolo della cultura e delle tradizioni popolari, per entrare quindi in un mondo al limite tra il reale e il fantastico, in cui la magia incontra in un’armoniosa sintesi di perfezione gli antichi riti mai dimenticati. Ingresso libero Info: www.marignano.net Manifestazione a cura dell’Assessorato alla Cultura del Comune di San Giovanni in M.: Vice Sindaco Claudia Montanari Ideazione e coordinamento Katia Bartolini Scenografie Proloco Artdecor di Corrado Damiani con la collaborazione di Diego Ciandrini e Alternoteca

[ Torna alle news ]

           

CREATTIVA.info© 2005
Designed and engineered by Nexis